Home RUBRICHERECENSIONI HITMAN 2

HITMAN 2

da admin

A cura di Federico Baglivo

13 NOVEMBRE |
Genere
Piattaforma
Sviluppo
Publisher
Action / sparatutto
PS4 – Xone – PC
IO Interactive
Warner Bros.

Un ritorno in grande stile per l’assassino in giacca e cravatta rossa
Dopo il fortunato arrivo del primo episodio della serie su console next gen, l’agente 47 ritorna con Hitman 2, un titolo che cerca di migliorare il predecessore sotto ogni punto di vista.
A due anni di distanza dall’uscita del precedente episodio della serie, gli sviluppatori di IO Interactive, dopo aver lasciato il circuito di Square Enix per passare nelle mani del publisher Warner Bros, ci rimettono nei panni dell’assassino più glaciale del mondo dei videogiochi, l’agente 47, con il secondo episodio della serie ad approdare su pc e console next gen.

Abbandonata la struttura ad episodi che il nuovo corso ha proposto nel precedente ed optato per un rilascio completo dei sei episodi che compongono il titolo, Hitman 2 si presenta ai giocatori migliorato sotto tutti gli aspetti, in un gioco che ogni appassionato della storica serie amerà alla follia.
In Hitman 2 proseguiremo la storia già intrapresa nel precedente: in questo capitolo, l’agente 47 è alle prese con la missione di assassinio del misterioso Shadow Client, portandoci a visitare sei diverse località sparse per il globo terracqueo, tra cui possiamo trovare la città di Miami e la Colombia, l’India, la Nuova Zelanda, l’America Settentrionale ed il Mare del Nord. Già in queste ambientazioni possiamo vedere come i ragazzi di IO Interactive abbiano voluto porre ulteriormente l’accento sulla grandezza e sulla qualità del level design, ulteriormente migliorato rispetto a quanto di buono fatto in Hitman. Le enormi mappe sono piene zeppe di elementi con cui potremo interagire e svolgere le sfide che ci verranno richieste, senza contare le innumerevoli possibilità di assassinio che avremo per poter portare a termine la nostra missione. Anche a livello grafico, si nota una netta differenza col passato, con una cura riposta tra le varie location subito percepibile.
La struttura delle mappe, inoltre, favorisce una completa libertà di esplorazione del mondo di gioco, permettendo ai giocatori sia di scoprire, tramite le storie della missione, la trama che muove gli eventi di Hitman 2, sia di apprendere le metodologie e le soluzioni migliori per portare a termine i contratti di assassinio. Proprio per questa grande libertà dataci dal gioco nello svolgere i compiti a noi assegnati, avremo modo di svolgere diverse sfide, accessibili dall’hub della missione, che spingeranno oltre il limite le nostre abilità da assassini.
Oltre alle funzionalità già discusse e comprendenti, tra l’altro, varie e nuovissime metodologie di assassinio dettate dall’interazione con lo scenario di gioco, Hitman 2 ci mette a disposizione delle modalità extra davvero niente male.
La prima è il ritorno dei bersagli elusivi, ovvero dei bersagli VIP che saranno presenti nelle mappe di gioco – in tal senso, il primo bersaglio sarà nientemeno che Sean Bean, l’attore che ha interpretato Eddard Stark nel Trono di Spade e Boromir nel Signore degli Anelli – e una modalità cooperativa dal nome Sniper Assassin, in cui vestiremo i panni di cecchini in una tipologia di gameplay molto simile a quanto già visto nei giochi per mobile.
Oltre a queste, avremo anche il ritorno della modalità di creazione dei contratti, già presente nel precedente Hitman e, in ambito multiplayer, una modalità denominata Ghost Mode. In quest’ultima dovremo vedercela con altri giocatori per mettere alla prova le nostre abilità negli assassinii, in una modalità competitiva uno contro uno.
Come già accennato in precedenza, tecnicamente il gioco si presenta notevolmente tirato a lucido: il Glacier Engine, il motore grafico di Hitman 2, disegna paesaggi e scorci mozzafiato, unendosi al motore fisico per dare vita ad infinite possibilità di interazione ed assassinio, mostrando solo un po’ il fianco nei modelli poligonali dei personaggi secondari. Nulla di eclatante, sia chiaro, ma è comunque giusto segnalarlo.
Per il resto, il gameplay di questo Hitman 2 ha migliorato la già ottima base di partenza del precedente capitolo, impreziosendo il pacchetto con un ottimo level design, la completa libertà di approcciare agli obiettivi nel modo che più si preferisce e aumentando la qualità grafica del titolo, grazie ad un sensibile miglioramento nell’utilizzo del Glacier Engine.
In definitiva, Hitman 2 è un prodotto che farà sicuramente felici tutti gli appassionati dell’Agente 47 e dei giochi di azione stealth.

 

 Galleria immagini 


 Trailer 


 

potrebbero interessarti anche

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie OK Ulteriori info