Home RUBRICHERETROGAMING ALEX KIDD IN MIRACLE WORLD

ALEX KIDD IN MIRACLE WORLD

da admin

A cura di Marco Inchingoli

Benvenuti in un nuovo viaggio nel passato con la nostra rubrica dedicata al retrogaming, in questo nuovo appuntamento tratteremo di un titolo storico di SEGA, Alex Kidd in Miracle World.
In un periodo dove Nintendo dominava l’industria vieodulica con il suo Super Mario, SEGA dal canto suo ebbe la sua risposta con Alex Kidd, la prima mascotte della società (ancor prima di Sonic che uscì sul mercato qualche anno dopo). Ragazzino dall’aspetto scimmiesco, Alex Kidd è stato protagonista di diversi titoli, ma debuttò proprio con Alex Kidd in Miracle World; in questo primo capitolo Alex deve far fronte ad un malvagio imperatore, un certo Janken, sarà dunque necessario eliminare lui e i suoi scagnozzi intraprendendo un lungo viaggio nella Terra dei Prodigi. Di primo acchitto Alex Kidd in Miracle World è un platform di stampo classico dove saltare e menar le mani distruggendo blocchi e sconfiggendo nemici di ogni genere, atraversando sedici livelli che spaziano tra praterie, vulcani, montagne, distese d’acqua e castelli. Niente che non abbiate già visto questo è certo, e molti di voi probabilmente vedranno molte somiglianze con il suo rivale dell’epoca Mario, ma nonostante ciò Alex Kidd proponeva diverse caratteristiche uniche. Innanzitutto le classiche monete anche qui presenti potevano essere spese in alcuni negozi fornendo non solo potenziamenti o vite extra, ma anche dei veicoli utili al passaggio di alcuni scenari.
Ma la vera caratteristica peculiare per cui Alex Kidd è ricordato è la “morra cinese”.
Ebbene si, Alex Kidd in Miracle World prevedeva delle bizzarre boss battle a suon di morra cinese, in queste sfide si aveva del tempo per decidere la mossa e in base al risultato si poteva perdere una vita o sconfiggere l’avversario.
Una meccanica decisamente particolare che rende il gioco ostico da portare a compimento, almeno in una prima run; la sequenza dei boss infatti era pre-impostata dunque imparando a memoria le sequenze i boss diventavano una semplice formalità.
Il gioco poi prevedeva perfino un indovinello finale e se non si sapeva la password era impossibile accedere al boss finale e si perdeva inesorabilmente la vita.
Si tratta di informazioni e segreti che giocando il gioco è possibile scoprire, tuttavia spingeva il giocatore a rigiocare più volte, inoltre rendeva il titolo più interessante e sicuramente innovativo.
Se volete recuperare Alex Kidd in Miracle World è possibile recuperarlo sia su cartuccia che direttamente su Sega Master System II dove il gioco è già pre-caricato al suo interno, oppure scaricarlo da Virtual Console o PlayStation Network.
Alex Kidd in Miracle World è un gioco semplice, ma siamo sicuri che saprà intrattenervi anche a distanza di anni..

leggi anche ...

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie OK Ulteriori info