Home RUBRICHERECENSIONI JUMP FORCE

JUMP FORCE

da admin

A cura di Federico Baglivo

15 FEBBRAIO 2019 |
Genere
Piattaforma
Sviluppo
Publisher
Action / Picchiaduro
PS4 – Xone – PC
Bandai Namco
Bandai Namco

Il picchiaduro giapponese con gli eroi dei manga più famosi per una celebrazione speciale
La rivista più famosa al mondo dei manga giapponesi celebra degnamente il suo 50° compleanno

Weekly Shonen Jump la pubblicazione più famosa al mondo dei manga giapponesi, nel corso della sua storia ha visto susseguirsi tra le sue pagine opere del calibro di Naruto, One Piece, Ken il guerriero o, per citarne un altro leggermente conosciuto qui in Italia, Dragon Ball, oltre a molti altri ancora.

La rivista, pubblicata da Shueisha, vanta una tiratura di oltre tre milioni di copie per una cadenza settimanale in cui vengono proposti al pubblico i vari capitoli delle saghe manga preferite.
A differenza di quanto avviene in Italia, infatti, i capitoli vengono pubblicati prima su Shonen Jump – come viene colloquialmente chiamata la testata – per poi essere inseriti in dei tankobon, dei volumetti che contengono una raccolta di capitoli che sono praticamente identici, quanto forma e contenuto, a quanto raggiunge il nostro bel paese.
Perché è importante fare questa premessa nella recensione di un videogioco? Semplicemente per il motivo che Weekly Shonen Jump è una vera e propria, autentica istituzione e, per i suoi cinquant’anni, ha deciso di festeggiare realizzando Jump Force. Il titolo, sviluppato da Spike Chunsoft e prodotto da Bandai Namco, è un inno al lavoro e ai personaggi apparsi sulla famosa rivista, e offre ad ogni fan dei fumetti giapponesi la possibilità di combattere al fianco di eroi come Goku, di Dragon Ball, Naruto Uzumaki di Naruto e Rufy di One Piece, ognuno provvisto del suo particolare set di mosse ed abilità. La forza di Jump Force non si limita al solo ed unico fan service, anzi. Il gioco dei ragazzi di Spike Chunsoft ha una propria identità, ben precisa ed orientata al divertire ed intrattenere tutti gli appassionati di manga giapponesi, di picchiaduro accessibili e non troppo tecnici, che sognano di poter vivere delle avventure assieme ai propri eroi preferiti: con questo obiettivo ben in mente parte Jump Force.
Freezer è tornato sulla Terra, portando ovunque distruzione e caos. Sta alla Jump Force, formata da eroi comuni e tre team con compiti diversi al cui comando vi è un personaggio iconico del mondo dei manga, contrastare il terribile nemico prima che la situazione degeneri. Noi, ignari cittadini della località sotto attacco, restiamo vittime di un tremendo attacco da parte dello stesso Freezer. Quando tutto sembra essere perduto, ecco giungere in nostro aiuto Trunks che, con l’ausilio di un cubo speciale, riesce a guarirci facendoci rinascere come degli eroi.
Al servizio della Jump Force, avremo modo di effettuare diverse missioni on o offline, in una struttura ludica che ricorda molto da vicino Dragon Ball Xenoverse.
Infatti, dopo essere stati salvati e rinati come eroi, ci troveremo in una sorta di hub centrale da cui partiremo per svolgere le nostre missioni, siano esse legate allo svolgimento della storia principale o, più semplicemente, delle classiche missioni secondarie. Prima di questo, però, saremo tenuti a scegliere di entrare in una delle tre squadre principali, ognuna avente diversi compiti ed il cui roster presenta svariati elementi, tutti in linea con le caratteristiche del capitano al comando.
Per esempio, la squadra con a capo Goku predilige una serie di combattenti fisici, capaci di stare in prima linea al momento del bisogno.
Non a caso, infatti, tra le sue fila si possono trovare, ad esempio, personaggi del calibro di Piccolo, Trunks o Zoro da One Piece. Discorso differente per quanto riguarda le altre due squadre, al cui capo troviamo Rufy e Naruto: ognuna di esse avrà compiti e lottatori diversi.
Quando non si è nell’hub centrale in Jump Force solitamente si combatte in scontri tre contro tre pieni di mosse speciali. Uno dei punti di forza del titolo di Spike Chunsoft è proprio la capacità di ricreare fedelmente i combattimenti spettacolari che ritroviamo nelle pagine dei manga: eseguire i cento colpi di Hokuto con Ken, oppure il colpo del Drago Nascente di Sirio dei Cavalieri dello Zodiaco o, ancora, il famoso Rasengan di Naruto su degli ignari avversari, dona soddisfazioni che solo un titolo come Jump Force può regalare.
Controllare i personaggi del roster – altro punto a favore del gioco sviluppato da Spike Chunsfot – nelle arene di gioco è un piacere: Jump Force, pur avendo una serie di combo da inanellare per poter massimizzare il danno inflitto ai nemici, è un titolo accessibile e giocabile anche da chi i picchiaduro non li digerisce molto.
Tecnicamente, inoltre, il gioco su PlayStation 4 fa il suo lavoro egregiamente, merito di una grafica decisamente in grande spolvero e di Unreal Engine 4, il motore di gioco su cui si basa il titolo.
Concludendo, Jump Force resta un titolo apprezzabile sia da tutti i fan dei fumetti giapponesi, di quanti sognano di lanciare una kamehameha assieme a Goku o di evocare un rospo gigante assieme a Naruto, sia da quanti cercano un titolo d’azione elettrizzante e divertente. Non fatevelo sfuggire!


 Galleria immagini 

 Trailer 


 

leggi anche ...