Motorola Edge+ il nuovo top di gamma

Arriva assieme a Motorola Edge, col quale condivide la particolare curvatura del display, il supporto alle reti 5G e tanti altri aspetti chiave.

Dalla sua spicca tuttavia perché monta addirittura Qualcomm Snapdragon 865, una quadrupla fotocamera posteriore con sensore principale da 108 megapixel, una batteria da 5.000 mAh e addirittura 12 GB di RAM. Per tutti gli altri dettagli, lasciamo la parola ai paragrafi a seguire con le caratteristiche tecniche, il design, il software, le immagini, la disponibilità e il prezzo di Motorola Edge+.

Caratteristiche tecniche
Il top di gamma del 2020 di Motorola è uno smartphone completo e accattivante, moderno e capace in tutti i reparti, che malcela una speciale cura sul comparto fotografico, ma soprattutto una singolare curvatura dei bordi laterali dello schermo, da cui deriva il suo stesso nome.
Si parte proprio da qui, dal display di Motorola Edge+ che l’azienda suole chiamare Endless Edge, proprio in riferimento a tale particolarità. Si tratta di un pannello in 21:9 che misura ben 6,7 pollici di diagonale, dispone di una risoluzione Full HD+, della frequenza d’aggiornamento a 90 Hz e della certificazione HDR10+.
Sotto di esso, Motorola Edge+ ha un sensore per le impronte digitali integrato e il SoC di punta di Qualcomm per la prima metà del 2020: il già citato Snapdragon 865.
Si tratta di un chipset dotato di una CPU octa core a 2,84 GHz di frequenza massima, di una GPU Adreno 650 e del modem Snapdragon X55 per la compatibilità con le reti 5G. Lato memorie, c’è spazio per 12 GB di RAM LPDDR5 e per 256 GB di memoria interna UFS 3.0, non espandibile.
Il comparto fotografico, è uno dei punti forti di Motorola Edge+ che sfodera una fotocamera principale con sensore da 1/1.33″ da 108 megapixel con ottica standard, tecnologia Quad Pixel, apertura f/1.8, pixel da 0,8 micron e doppia stabilizzazione ottica. Al suo fianco c’è una grandangolare da 16 megapixel con apertura f/2.2, pixel da 1 micron e campo di visione da 117°, fotocamera utilizzabile anche per le macro; un teleobiettivo con OIS, zoom ottico 3x, da 8 megapixel f/2.4 e pixel da 1 micron; e infine un sensore ToF. Davanti, il foro nel display, ospita invece una fotocamera frontale da 25 megapixel con tecnologia Quad Pixel (1.8 micron) e apertura f/2.0.
Questione sensori e connettività, Motorola Edge+ si riconferma al top su tutto con connettività 5G (SA/NSA), 4G/LTE mono SIM, Wi-Fi 6, Bluetooth 5.1, NFC, GPS, A-GPS, GLONASS, Galileo, BDS, barometro, tre microfoni, due altoparlanti stereo, una porta jack audio da 3,5 mm, una USB di tipo C 3.1 e così via.
La batteria, è da 5.000 mAh compatibile con la ricarica rapida cablata Turbo Power a 18 watt e con la ricarica wireless a 15 watt, anche inversa ma a 5 watt.
Motorola Edge+ il nuovo top di gamma Design
Dal punto di vista estetico, Motorola Edge+ è un prodotto moderno ed elegante. L’elemento che lo contraddistingue è la curvatura (quasi a 90°) dei bordi laterali del display, piuttosto accentuata rispetto alla media, seppur non altrettanto estrema come la cosiddetta soluzione “a cascata” di Huawei Mate 30 Pro. Su Edge+ ci sono infatti i pulsanti fisici che ci potremmo aspettare su uno smartphone, sia il bilanciere del volume, che il tasto d’accensione, tutti sul lato destro del dispositivo.
Comunque, guardando alla back cover, si ritrova la medesima curvatura accennata, per la massima armonia e, certo, anche una migliore ergonomia. Ma spiccano anche elementi caratteristici del marchio come il logo centrale di Motorola e il modulo fotocamere, disposto in maniera diversa rispetto al suo sodale Edge. In questo caso c’è infatti un medesimo spazio in cui prendono posto i tre sensori principali, con il ToF piazzato a lato, nei pressi del flash LED.
Dal punto di vista della costruzione, Motorola Edge+ è comunque uno smartphone realizzato con materiali premium come vetro e alluminio, che gli consentono di garantire un’ottima resistenza contro acqua e polvere; è presente infatti la certificazione IP68. E nonostante gli ingombri del display, proprio grazie all’ottimizzazione degli spazi citata, le dimensioni non sono nemmeno eccessive: è alto 161,1 mm, largo 71,4 mm e spesso 9,6 mm, per un peso che supera appena i due etti (203 grammi per la precisione).
Software
Si presenta con Android 10, pressoché in versione stock come da tradizione. Si tratta di uno smartphone veloce e scattante, non solo per l’hardware di cui dispone, ma anche per tale interfaccia grafica, MY UX, leggera e molto coerente alla versione stock di Android.
Ci sono tuttavia ottimizzazioni e funzioni legate alle Moto Experience (accendere la torcia con un semplice movimento a martello, o attivare la fotocamera con la rotazione del polso), oltre ai vari controlli per personalizzare animazioni, icone e font. Non mancano nemmeno i due altoparlanti stereo firmati Waves e un software fotografico degno della componentistica montata con la possibilità di registrare video in 6K a 30 fps, usufruire della modalità video portrait, della stabilizzazione ibrida (OIS + EIS) e dello slow motion in 1080p a 120 fps, fra le altre cose.
Per il resto, su Motorola Edge+ c’è una funzione che si chiama Moto Game per utilizzare due pulsanti aggiuntivi sul bordo superiore dello schermo. E, per rendere più funzionali tali bordi curvi, la funzione Edge Touch, che permette di passare da un’app all’altra o accedere alla tendina delle notifiche interagendo con i lati del display, lati che si illuminano all’arrivo di notifiche e chiamate, utili anche per mostrare lo stato di carica della batteria.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
  • smartmania
a cura di Jacopo Filisetti

a cura di Jacopo Filisetti

leggi anche...

le altre rubriche